La scuola “Piria” di Reggio Calabria entra nel Parlamento Europeo!

Le giornate dal 02 al 05 dicembre 2018 hanno rappresentato per otto ragazzi dell’ITE Piria-Ferraris-Da Empoli un’esperienza indimenticabile.
Colombo Maria Elisa, Fiorillo Eric, Ligato Alice, Oloris Joshua Gabriel, Postorino Santino Andrea, Rosace Melissa, Valentino Palma e Vilasi Giovanni Davide hanno avuto l’opportunità di visitare le sedi della Commissione Europea e del Parlamento Europeo, provare il gioco di ruolo del Parlamentarium, discutere del futuro del mondo del lavoro e parlare direttamente con l’eurodeputatata Laura Ferrara, fautrice di questo incontro denominato “La scuola entra nel Parlamento Europeo”. Incontro che già da 4 anni, ogni anno, permette ai giovani studenti calabresi un avvicinamento all’Europa aiutandoli a capire come l’Europa, con le sue decisioni, possa influenzare i territori locali.
Il primo giorno di questo viaggio a Bruxelles ha consentito ai ragazzi di visitare la città e i suoi vari punti d’interesse, come la celeberrima Grand-Palace, la Cattedrale di San Michele, il Salon du Chocolat e l’ilot Sacrè, quartiere in cui erano presenti i vari mercatini di natale. Il secondo giorno alle ore 10.00 si è tenuta la visita guidata alla Commissione europea e un incontro con una funzionaria che ha illustrato il funzionamento di questo importante organo della UE e cosa ha fatto l’UE in questi anni per aiutare la Calabria. Terminata la visita si è passati al Parlamento Europeo, dove i ragazzi hanno partecipato all’evento “L’innovazione e nuove professioni nell’era digitale”. Nel corso dell’incontro tre relatori Barbare Costabile, project manager del Giffoni Innovation Hub, Alberto Matei, fondatore di Nomadi Digitali e Luca La Mesa, social media expert della SingularityU Italy, tramite diapositive ed esperienze personali, hanno fatto capire le nuove frontiere del mondo del lavoro, l’importanza di seguire i propri sogni e le competenze da dover sviluppare per il loro futuro. Il terzo giorno, sempre alle ore 10.00, si è ritornati al Parlamento Europeo, dove si è tenuto per tre ore il Parlamentarium, un gioco di ruolo dove ogni studente si è calato nei panni di onorevoli europarlamentari, divisi in quattro gruppi politici. Gi studenti si sono ritrovati a dover affrontare due tematiche differenti: il problema della scarsità dell’acqua potabile e la polemica sull’utilizzo di chip sottocutanei per motivi di sicurezza, salute e commerciali. Il gioco è stato un modo con cui gli studenti hanno vissuto in prima persona l’esperienza di parlamentare mettendosi in gioco. Ogni gruppo parlamentare ha argomentato ed esposto le proprie ragioni in contradditorio con gli altri gruppi, ma alla fine si è trovato un accordo, come avviene effettivamente tra gli organi dell’Unione europea nel corso della procedura legislativa. In seguito, si è tenuta un dibattito tra gli studenti e l’Onorevole del Movimento 5 Stelle, Laura Ferrara, nel corso del quale gli 8 ragazzi dell’ITE Piria hanno realizzato una video-intervista, formulando domande non solo politiche ed istituzionali, ma anche sotto un profilo personale. Il dibattito ha spaziato in vari argomenti, come il tema dell’Immigrazione, la scuola, la Brexit e anche domande personali. Alla fine del dibattito si è passati ad una visita generale del Parlamento Europeo e un funzionario dell’ UE ha spiegato la storia dell’Unione Europea e del Parlamento. Alla fine di questo magnifico viaggio gli studenti si sono sentiti più arricchiti culturalmente, oltre che divertiti per le numerose occasioni di incontri anche con ragazzi provenienti da ogni angolo dell’Europa; le testimonianze, gli incontri e le esperienze fatte in questi tre giorni avranno sicuramente una positiva ricaduta sulla loro crescita personale.
Un ringraziamento particolare va all’onorevole Laura Ferrara, che ha permesso agli studenti del Piria di fare questa bellissima esperienza e ai due docenti accompagnatori, professoressa Maria Pia Romeo e professore Domenico Ligato, che hanno seguito e accompagnato in ogni fase della visita i ragazzi. Ancora GRAZIE all’ITE Piria-Ferraris-Da Empoli per aver contribuito a rendere totalmente gratuito questo meraviglioso viaggio a Bruxelles.

Au revoir Bruxelles!

Scritto da: Joshua Gabriel Oloris

Precedente Le stanze delle emozioni Successivo Riccardo Cucchi presenta "Radiogol" a Reggio Calabria, intervista